Ecco come sputtanate tutti i vostri segreti con i social e gli smartphone

Per discutere di hardware, software e internet

Ecco come sputtanate tutti i vostri segreti con i social e gli smartphone

Messaggiodi frk il 26/07/2017, 12:29

La notizia è vecchia di oltre un mese ma mi è utile come spunto per cercare di sensibilizzare i lettori sul gravissimo problema della privacy online.

Se sollevate la questione la maggior parte della gente vi risponderà "ma io sono una persona qualunque, non ho mica nulla da nascondere", come se a venire trafugate fossero solo informazioni di stato. Purtroppo non è affatto così, e l'esempio lo da proprio la notizia riportata dai media americani su quanto accaduto ai dati raccolti da una società di marketing in occasione di una campagna repubblicana:

Deep Root Analytics ha raccolto infatti informazioni sensibili su circa 200 milioni di americani semplicemente attingendo a tutti i social network più diffusi. Un enorme database raccoglieva automaticamente informazioni come l'orientamento sessuale e politico o addirittura la posizione adottata su temi specifici come droga, armi e riscaldamento globale! La notizia è trapelata solo perchè questa azienda ha lasciato incustoditi questi dati per circa 12 giorni sul cloud, senza nemmeno una password d'accesso...

fonte: https://hothardware.com/news/republican ... -americans

La gente non si rende conto di quante informazioni personali "regala" in giro su internet ma io vi sprono a farvi una domanda: se una società relativamente piccola e sconosciuta è in grado di raccogliere un simile database su 200 milioni di persone, che cosa possono sapere di me i grandi colossi dell'informatica come Google, Apple o gli stessi gestori dei social network? La risposta è semplice e purtroppo cruda: TUTTO!

Credete forse che non sappiano se vi siete fatti una canna, se avete avuto una esperienza omosessuale, se avete tradito il vostro partner o se bevete troppo? Beh, scordatevelo: esistono sicuramente diversi database con un record dedicato proprio a voi, contenente queste e tante, tante, tantissime altre informazioni. Certo, forse nessuno le consulterà mai, perchè la raccolta di informazioni oggi avviene in modo automatico e indiscriminato, ma la cosa vi lascia forse tranquilli? A me no.

Quello che dovete mettervi in testa è che QUALUNQUE COMUNICAZIONE FACCIATE ATTRAVERSO TRAFFICO DATI NON E' PRIVATA! Anche se mandate un messaggio Whatsapp ad una singola persona, il contenuto del messaggio, transitando sulla rete, viene automaticamente archiviato, quindi non state affatto "parlando" solo con il destinatario.

Questo problema non affligge le comunicazioni tradizionali: per intercettare una conversazione telefonica occorre una ingiunzione di un giudice, del personale qualificato, attrezzature specifiche e risorse dedicate; anche un SMS è criptato nativamente e serve l'intervento dei gestori telefonici per ottenere le chiavi di decrittaggio. Invece, un messaggio inviato su Facebook, Twitter, Instagram, Snapchat, Whatsapp etc. etc. è fatto di dati inviati da un server ad un altro e, oltre ad essere spesso archiviato dagli stessi fornitori del servizio, può essere "sniffato" nel tragitto da qualunque hacker o azienda informatica come quella della notizia riportata sopra.

Insomma, se proprio volete usare questi strumenti di comunicazione tanto in voga (altrimenti vi sentite "tagliati fuori" da una società che vuole che tutti si comportino allo stesso modo) abbiate almeno l'accortezza di scrivere SEMPRE come se foste certi che qualcun'altro leggerà ciò che avete scritto. Ripeto, anche i messaggi privati, sulla rete, NON sono privati!
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26007
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

Re: Ecco come sputtanate tutti i vostri segreti con i social e gli smartphone

Messaggiodi style2style il 02/08/2017, 20:57

Frk,la maggior parte di utenti tossicodipendenti di smartphone-social vari,sono talmente infinocchiati che glielo puoi scrivere o cantare in qualsiasi modo che intanto non lo hanno ancora capito :lol: :lol: :lol:
Sai quante volte ho provato a spiegare ad alcuni soggetti,eppure dopo 5 minuti ancora li con il smartphone a navigare su facebook :lol:
Lasciate che ci odino, purché ci temano.
Gaio Cesare Germanico (Caligola)
style2style
chinamaestro
 
Messaggi: 1781
Iscritto il: 22/04/2010, 19:39
Chinafonini posseduti: Zte Axon Elite,Hdc S7,Hdc Note 5,Hdc S7 Edge


Torna a Computer e informatica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron