[PC] Retrogaming

Per discutere di hardware, software e internet

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi frk il 29/10/2014, 19:32

...grazie per avermi fatto sentire un matusa :angry:

Suggerisci pure ;-)
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26443
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi cicciocat il 03/11/2014, 21:28

A me piacevano molto i gestionali come sim city o railroad tycoon :ehgia:
cicciocat
chinanovizio
 
Messaggi: 45
Iscritto il: 26/09/2014, 9:47

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi style2style il 03/11/2014, 21:45

I gestionali?per i miei gusti sono i più noiosi ma ne ho molti,sono abbonato di una rivista informatica e ogni mese me ne regalano un paio,si fa per dire,di tutti i generi magari avessi 10/15 anni in meno ci giocherei ora non ho più tempo :azz:
Una volta allegavano i film in vari formati ora i giochi per pc,perché non li vuole più nessuno e già da qualche anno che sono spariti nella classifica dei primi 10 game venduti,vanno le console,sono più fluide e più belli,più veloci e ora con le Tv a led... :fischio:
Lasciate che ci odino, purché ci temano.
Gaio Cesare Germanico (Caligola)
style2style
chinaguru
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: 22/04/2010, 19:39
Chinafonini posseduti: Zte Axon Elite,Hdc S7,Hdc Note 5,Hdc S7 Edge

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi frk il 03/11/2014, 22:51

Ah, il vecchio dualismo PC-Console! ...ricordo quando i giochi per console erano più belli (da vedere)... poi uscirono le schede grafiche accelerate (3Dfx prima, nVidia e ATi dopo) e da allora i giochi per PC si sono presi il primato anche estetico, mentre quello della profondità di gioco ce l'hanno sempre avuto. Vabbè, io sarò di parte, ma giocare con mouse e tastiera permette giochi dalla complessità e profondità inarrivabile dai tanti giochini "da joypad" ;-)
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26443
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi stefanobe il 04/11/2014, 18:28

uno dei miei preferiti era popoulus(se l'ho scritto giusto)il simulatore di dio
stefanobe
chinadepto
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 06/01/2013, 20:59

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi frk il 29/01/2015, 15:36

Stavolta parliamo di un gioco che mescola insieme due generi molto in voga, lo strategico a turni e lo strategico in tempo reale (RTS), ovvero Europa Universalis, sviluppato da Paradox Development Studio e uscito nel 2000, dando poi origine ad una saga di altri quattro titoli, l'ultimo dei quali del recente 2013.

Immagine

Titolo: Europa Universalis
Software house: Paradox Development Studio / Strategy First
Anno: 2000
Piattaforma: Windows 9x/ME/XP

In Europa Universalis la mappa di gioco è suddivisa in tante piccole regioni, ciascuna dotata di propri confini ben definiti e di caratteristiche morfologiche che ne determinano le eventuali risorse disponibili. Il giocatore prende le mosse da una regione iniziale, a seconda della "civiltà" prescelta e da qui si potrà muovere alla scoperta ed alla occupazione delle regioni limitrofe (anche non adiacenti, se si sceglie di espandersi via mare, ad esempio).
Una volta ottenuto il controllo su una regione, eventualmente sconfiggendo gli "indigeni" che vi si trovavano prima del nostro arrivo, si può cominciare ad "upgradarla" (neologismo orrendo, lo so, ma il gergo dei videogiocatori è pieno di aberrazioni simili) con varie (non molte, per la verità) costruzioni o migliorie. Intendiamoci, non siamo di fronte ad un RTS alla "age of empires" dove ci si può sbizarrire con la realizzazione di veri e propri agglomerati urbani o industriali/commerciali, qui la cotruzione è funzionale all'upgrade della regione e l'effetto estetico è minimo... per intenderci, siamo molto più vicini all'atmosfera di un Risiko che non di un Warcraft et similia (vedere gli screenshots più in basso).
Tra le cose che si possono "costruire" ci sono anche le truppe, essenziali per esplorare ed occupare nuovi territori. Le truppe saranno ovviamente fondamentali sia nel caso di indigeni bellicosi da sgominare, sia nel malaugurato caso in cui si decida di muovere guerra ad un'altra civiltà. Già, perchè oltre ai territori liberi o abitati da indigeni, si possono incontrare anche regioni già occupate dalle altre civiltà presenti nel gioco. In quel caso si può dare vita ad una serie di iniziative diplomatiche, di trattative, di contrattazioni, scambi culturali, commerciali ed economici, fino alle dichiarazioni di guerra.
Senza annoiarvi troppo procedo a dirvi che il gioco non mi ha entusiasmato perchè, finchè ci si limita alla espansione "pacifica" ed al conseguente aggiornamento dei territori occupati, il gameplay risulta piuttosto noioso, tanto da farvi cedere, prima o poi, alla tentazione di muovere guerra a qualcuno... e a questo punto il gioco diventa invece frustrante, perchè sembra che le altre popolazioni siamo ad un livello di sviluppo e, soprattutto, di forza militare, sempre superiore alla nostra!
Sono sicuro che gli esperti di giochi strategici sapranno come sviluppare con successo una campagna militare in Europa Universalis, ma per il giocatore "onnivoro" e lo stratega della domenica, la sensazione è che il gioco offra solo due alternative: annoiarsi o suicidarsi.
Fatemi sapere se la pensate diversamente da me (che comunque lo giocai solo per qualche giorno prima di rinunciare).

ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26443
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi frk il 03/05/2015, 12:15

Parlando di retrogaming non si può non parlare di uno dei giochi per PC più longevi della storia, tanto che ancora oggi, quando scrivo queste righe, vengono rilasciate nuove mappe ed add-ons da parte di una affezionata community di giocatori: mi riferisco a Railroad Tycoon 3, terzo capitolo (e probabilmente il più riuscito) della famosa serie di giochi ferroviari ideata da Sid Meier.

Immagine

Titolo: Railroad Tycoon 3
Software house: PopTop Software / Gathering of Developers
Anno: 2003
Piattaforma: Windows 9x/ME/XP

Come i precedenti due capitoli della serie Railroad Tycoon 3 è un gioco manageriale di ambientazione ferroviaria in cui il giocatore è chiamato a dare vita ad una credibile rete di trasporti su rotaia, spesso simulando le autentiche condizioni (geografiche, economiche, industriali) affrontate dai pionieri del settore nella storia reale.
Non si tratta semplicemente di gettare con un click due binari da una città all'altra, ma bisogna tener d'occhio il budget disponibile, l'offerta e la richiesta dei vari tipi di carico, le condizioni ambientali che possono far lievitare il costo delle ferrovie (pendenza, presenza di corsi d'acqua etc.) e anche la salute dell'economia globale (che può alternare condizioni di recessione, rallentamento, normalità, crescita o boom). Inoltre le missioni del gioco possono prevedere obiettivi di diversa natura, dal collegamento di località specifiche, alla consegna di un certo numero di una precisa merce, al raggiungimento di un capitale prestabilito, alla sconfitta dei concorrenti gestiti dal computer, con un numero di combinazioni degli stessi obiettivi che rendono il gioco decisamente vario. A questo si aggiunga che in molti casi si possono scegliere strade diverse per raggiungere gli stessi obiettivi, tanto che in alcune missioni si può addirittura decidere di trascurare la costruzione di ferrovie, stazioni e treni e dedicarsi maggiormente all'acquisto o alla costruzione di industrie di vario tipo, a seconda della disponibilità delle materie prime sul territorio.
Naturalmente, come tutti i giochi di questo tipo, Railroad Tycoon 3 è un gioco riflessivo e per nulla frenetico, ed è pertanto consigliato a giocatori pazienti, che prediligono uno svago più rilassato ed amano dedicarsi ad una cura certosina dei dettagli, piuttosto che sparare a tutto ciò che si muove. Non a caso attorno ad esso si muove una community di appassionati per lo più adulti e spesso affascinati dai treni e dalla loro storia in generale. Questa community ha rilasciato un numero davvero considerevole di mappe aggiuntive, locomotive, vagoni, edifici, industrie e add-ons vari per il gioco che sono liberamente scaricabili da internet. Su tutti vorrei citare il sito "Hawk & Badger" che raccoglie il materiale più interessante che potrete scaricare previa registrazione gratuita: http://hawkdawg.com/rrt/rrt3/rrt3.htm
C'è anche un bel forum (in lingua inglese) dove potrete chiedere aiuto e trovare suggerimenti per le mappe più difficili.

ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26443
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi MarcoZ il 09/02/2016, 21:18

Ciao, riporto in auge il topic per avvisare che tra qualche mese arriverà nei negozi il nuovo capitolo di "Doom", puntata molto attesa per questa saga che era nel limbo da un pò di tempo.

Link ufficiali si possono mettere?

Grazie
MarcoZ
chinacurioso
 
Messaggi: 21
Iscritto il: 09/02/2016, 19:56
Chinafonini posseduti: Nessuno

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi frk il 09/02/2016, 21:49

Ciao, sì, i links alle pagine ufficiali del gioco si possono mettere, ma temo che in questa discussione sarebbero off-topic perchè qui vorrei si parlasse solo di giochi funzionanti su Windows 9x/Me, o al massimo su XP, per restare in tema "retrogaming". L'ultimo Doom che ho giocato io è stato il 2! :bigsmile:
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26443
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

Re: [PC] Retrogaming

Messaggiodi frk il 25/02/2016, 11:53

Stavolta parliamo di un gioco strategico/gestionale molto popolare, tanto che sembra sia allo sviluppo un remake moderno di questo titolo: Master of Orion 2.

Immagine

Titolo: Master of Orion II: Battle at Antares
Software house: Simtex / Microprose
Anno: 1996
Piattaforma: Windows 9x/ME/XP

Master of Orion 2, seguito dell'omonimo titolo per DOS, è uno strategico a turni con molte componenti manageriali che lo rende appetibile anche agli estimatori dei "tycoon games", ovvero quelli in cui si deve far prosperare una azienda/civiltà costruendo infrastrutture e gestendo accuratamente le risorse.
L'interfaccia di gioco può apparire scarna in un primo momento, soprattutto a chi è abituato ai giochi odierni in cui la grafica e gli effetti speciali la fanno da padrona (spesso a scapito della profondità di gioco) ma poi ci si rende conto che è completa e funzionale alle operazioni che il giocatore deve compiere. La grafica stessa non è affatto male per il periodo in cui il gioco è stato sviluppato, ed i modelli tridimensionali della varie tecnologie di ricerca sono decisamente apprezzabili.
Si comincia partendo da una singola colonia nel sistema stellare di appartenenza della razza che abbiamo scelto e si deve, pian piano (è proprio il caso di dirlo) espandere in altri sistemi stellari per far prosperare la propria civiltà fino a soddisfare i requisiti richiesti per la vittoria (che può essere raggiunta in più modi). Il problema è che anche i giocatori guidati dal computer faranno lo stesso e presto ci troveremo faccia a faccia con altre civiltà e con i sistemi stellari già colonizzati da queste.
Siccome la mole di cose da fare è grande ed arriva fino alla microgestione della forza lavoro su ciascuna singola colonia, quindi aumenta con l'espandersi dei domini del giocatore, capita frequentemente di trovarsi "in ritardo" rispetto ai giocatori controllati dal PC, e questo mina seriamente le possibilità di vittoria, facendo diventare il gioco abbastanza frustrante al primo approccio.
Superato questo approccio e una volta imparato a porre la giusta attenzione ad ogni "upgrade" necessario il gioco sa offrire una apprezzabile profondità che regala qualche soddisfazione ma, nonostante la lunghezza media di ogni partita (non meno di tre giorni giocando intensamente), nutro seri dubbi sulla sua longevità. La progressione della ricerca svcientifica infatti è praticamente "imposta" perchè alcuni upgrade servono subito per accelerare la produzione di infrastrutture necessarie e per velocizzare la stessa ricerca scientifica. Una volta "imbroccata" la sequenza giusta e arrivati a incontrare le altre civiltà in posizione sufficientemente forte da contrastarle, il gioco si avvia verso una lenta risoluzione della partita e, dopo aver vinto, difficilmente avrete voglia di giocarne una nuova in cui dovrete fare praticamente tutte le stesse azioni nello stesso ordine...
Insomma, personalmente avrei gradito molta più libertà di azione e la possibilità di aumentare la propria forza ed influenza senza essere obbligati a espandersi come forsennati ed a perseguire tutte le ricerche scientifiche disponibili. Sembra quasi un gioco per personalità autistiche che accettano di usare ogni singolo turno per ricontrollare lo stato e la produzione di ciascuna colonia (e si arriva presto a possederne DECINE).
Insomma, è un gioco che può destare interesse fino alla prima vittoria, poi, una volta scoperto il sistema per vincere, difficilmente si avrà voglia di giocare una nuova partita.

ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
ImmagineImmagine
"...a me pare che alla gente non dispiaccia essere abbindolata, se solo le si dice il contrario. E' quando le si dice che la stanno abbindolando che non lo sopporta."
Norman Mailer - La costa dei barbari
Avatar utente
frk
Site Admin
 
Messaggi: 26443
Iscritto il: 10/09/2008, 11:03
Chinafonini posseduti: Prince A960, JinPeng S6186, Smart M89, A7272+, Mpie MP108

PrecedenteProssimo

Torna a Computer e informatica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron