Pagina 6 di 6

Re: Coronavirus e la stupidità degli italiani

MessaggioInviato: 27/07/2021, 9:54
di SunnyExplorer
Pienamente daccordo!!!! :applausi: :applausi: :applausi: :applausi:

Re: Coronavirus e la stupidità degli italiani

MessaggioInviato: 28/07/2021, 16:50
di frk
...si, ma perchè manifestare per una cosa che è stata già decisa, se si è d'accordo? Ovvio che protestano solo quelli che non sono d'accordo. Inoltre, essere contro il green pass non è uguale ad essere contro i vaccini. :nono:

Senza polemica, eh! :ok:

Re: Coronavirus e la stupidità degli italiani

MessaggioInviato: 28/07/2021, 18:12
di gerko
Hai ragione , sono due cose affiancate ma separate.
Non sarebbero manifestazioni per protestare in quel caso, ma per appoggiare. Per dare visibilità ad un pensiero che appunto non sarebbe, come solitamente, contrario.

Re: Coronavirus e la stupidità degli italiani

MessaggioInviato: 15/09/2021, 17:06
di frk
Da mesi evito di aggiornare questo topic anche per non rischiare di venire accomunato a certe posizioni radicali pretestuose e spesso viziate da ignoranza, ma dopo aver amaramente constatato come tutta la stampa nostrana abbia comunque deciso di generalizzare e banalizzare al ritmo dei tamburi della propaganda del pensiero unico, sento di voler esternare questa mia amarezza, che ho scoperto comune a molte altre persone.

Per affrontare, e auspicabilmente sconfiggere, questa pandemia, si potevano e si dovevano fare diverse cose. Bisognava applicare i lockdown nei momenti di maggior diffusione. Bisognava educare i cittadini alla pratica del distanziamento sociale. Bisognava educarli all'utilizzo della mascherina e dei presidi di protezione individuale. Bisognava far capire che l'uitilizzo di tali presidi non esonera dal distanziamento. Bisognava mantenere un contingentamento degli ingressi negli esercizi commericlai e nei luoghi pubblici al chiuso. Bisognava far si che tali misure venissero rispettate, con controlli capillari. Bisognava applicare sanzioni a chi non li rispettava, e non limitarsi a fermare automobili a campione mentre frotte di persone a piedi si abbracciavano e baciavano.
TUTTE queste cose dovevano esser fatte dalle autorità che ci governano. E, a noi cittadini, veniva chiesto l'azzardo di vaccinarci con un farmaco sperimentale sulla cui efficacia e non pericolosità non eiste attualmnente una voce univoca (basta guardare le trasmissioni di informazione di una sola giornata per sentire dati assoluttamente contraddittori).

Questo sacrificio civico che ci veniva chiesto, però, era a fronte di tutte le misure descritte sopra, che erano la parte del patto che spettava a loro, alle autorità. Ma questa parte del patto non è stata rispettata.
Lo scorso anno, con centinaia di morti quotidiani, nel periodo più funesto del contagio, si è preferito evitare il lockdown perchè l'economia era più importante delle vite umane. Si è preferito rimuovere le limitazioni di accesso a negozi e supermercati, lasciando frotte di persone a strusciarsi tra loro tra gli scaffali. Si è preferito che la gente credesse che la sola mascherina li mettesse al riparo dal contagio, solo per far si che tutti continuassero a lavorare, a produrre, a spendere. Si è preferito ripartire con i campionati sportivi, in cerca di un facile consenso, che però va totalmente in disaccordo con le esigenze di pubblica sicurezza.
Addirittura si è colpevolmente preferito dare vergognosamente impulso alla pandemia permettendo quegli ignobili e allucinanti festeggiamenti per i campionati europei di calcio nella capitale, sotto lo sguardo complice del Presidente della Repubblica e di tutte le autorità istituzionali!

E adesso, quelle stesse autorità che hanno mancato così gravemente, e che sono indirettamente responsabili del protrarsi di una pandemia che altrove (in quegli stati che siamo sempre pronti ad additare come "non democratici") è stata efficacemente arginata, si permettono di dare degli irresponsabili o degli egoisti a chi non ci sta a sobbarcarsi tutto l'onere di un patto disatteso, sottoponendosi comunque ad un vaccino sperimentale la cui conoscenza è perlomeno ancora lacunosa? Si permettono di additare e colpevolizzare magari chi, come me, negli ultimi 18 mesi è rimasto in casa il più possibile, ha sempre indossato la mascherina e, ancora oggi, scende dal marciapiede a rischio di farsi investire per cercare DAVVERO di mantenere il distanziamento, mentre tutti gli altri non lo fanno con il beneplacito di quelle stesse autortità?
Hanno semplicemente deciso che non avevano voglia di fare tutto quel che andava fatto e preferiscono scaricare tutta la responsabilità sui cittadini, dicendo "sapete che c'è, noi dalla pandemia non vi vogliamo proteggere, perchè abbiamo a cuore solo l'economia ed il consenso politico, quindi se volete combattere il virus, vaccinatevi!"... Ma stiamo scherzando?
Lo dicono anche in televisione, i vari rappresentanti delle forze politiche: "non c'è alternativa, l'unica strada per sconfiggere il virus è vaccinarsi". E questo, al di là dell'efficacia del vaccino, è intellettualmente disonesto.
Come è disonesto accomunare tutti gli scettici sotto il comodo spauracchio dei "no vax", per distogliere l'attenzione da quanto siano invece degli azzeccagarbugli sprovveduti proprio loro, le autorità.

Ma io non ci sto ad essere mescolato con quelli che vanno in piazza senza mascherina a gridare "libertà" e altri slogan insensati. Io sono semplicemente una persona che ragiona con la propria testa, anche se capisco di star divenendo sempre più una anomalia. Ma se vi fate abbindolare dalla propaganda che vorrebbe dipingere tutti i non vaccinati come degli adepti di una setta oscurantista in stile "scientology", allora dimostrate la tesi con cui avevo aperto questo topic, ovvero che il vero virus che sta minacciando l'umanità è la stupidità, e non il covid-19.